SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A €65

Cerca
Close this search box.

Molto prima del 1960

Un uomo. L’Africa. Una Valigia

Questa storia comincia molto prima del 1960, in un’epoca pre-conflitto mondiale. È la storia di un uomo e del sogno di libertà che ispirò la nascita del caffè Dokito. Africa 1940. Il padre del fondatore dopo un lungo viaggio si ritrova in una terra lontana dai colori brillanti e dalla natura selvaggia. Laggiù grazie al cuore grande delle tribù africane si innamora della meravigliosa natura di quelle terre sconfinate, condividendo con i nativi culture e rituali. Le tragiche vicissitudini della guerra lo fanno prigioniero. Sofferente, ma desideroso di tornare a casa costruisce con pochi legni una valigia. La stessa valigia che due anni dopo lo ricondusse a casa. Dentro di essa insieme a poche cose, riporta a suo figlio un lunghissimo racconto dell’Africa e dei suoi tesori, custodendo dentro di sé le forti emozioni vissute per dodici lunghi anni. Ed è proprio in uno di quei racconti che Domenico sentì parlare per la prima volta di distese infinite di piante dalle bacche rosse e dai fiori bianchi: Il caffè.

Immagini del
passato

Anni ’60. La prima torrefazione nasce nel cuore di un piccolo paesino a pochi passi da un laghetto di acqua cristallina nel centro Italia.

Domenico, ormai uomo e padre, insieme alla sua famiglia crea la prima bottega artigianale e la sua prima azienda di caffè. Nasceva il caffè Dokito, si tostavano quintali di caffè, ma le favole della savana e i racconti della valigia continuavano ad essere una costante anche nella vita del piccolo Damiano. Stesso nome di suo nonno e stessa coraggiosa creatività. Da allora la sua attitudine e la sua visione rendono possibile l’evoluzione e l’innovazione profonda di quella piccola azienda di famiglia, oggi realtà internazionale, orgogliosamente portatrice dell’antico metodo di torrefazione italiano nel mondo.

LA NOSTRA MISSION

Una sola passione da

Tre Generazioni

0